10 Piatti egiziani più popolari | Piatti egiziani tradizionali



Quando si viaggia in Egitto, non è raro rimanere incastrati tra le bellezze e le meraviglie di questo brillante Paese, dimenticando quindi che la cultura alimentare è così particolare e merita di essere esplorata. Per quanto riguarda i piatti antichi del Paese, molti di essi comprendono agnello, manzo e pesce, e una miriade di ricette si concentrano su riso e cereali, oltre che su fagioli e verdure. Perciò, anche se siete dei mangioni, in Egitto avrete un sacco di cibo delizioso da mangiare.


10 Piatti egiziani più popolari 

Il cibo può essere una parte importante della cultura di ogni paese. Quindi, per indurre a comprendere meglio la cultura egiziana, ecco un elenco di dieci piatti tradizionali egiziani che dovete assolutamente provare una volta visitato l'Egitto.

Piatti egiziani tradizionali

Ful medames
Il Ful medames è un antico piatto nazionale egiziano pre-ottomano e pre-islamico, un alimento standard che consiste in fave cotte a fuoco lento e condite con una spremuta di succo, olio d'oliva, aglio e spezie scelte. Alcuni resti di questo piatto sono stati ritrovati nelle tombe dei sovrani della dodicesima famiglia in Egitto, e qualsiasi cibo ritrovato in un luogo antico dovrebbe essere una delizia culinaria di gran moda.

Poiché si tratta di un alimento che è anche utile per rompere l'astinenza, il piatto è straordinariamente di moda durante il Ramadan. sebbene sia un piatto egiziano, è pronto anche in tutte le regioni geografiche e quindi nel Medio Oriente. I medames dell'Africa occidentale potrebbero essere un alimento base della dieta egiziana, tanto che il valore dei fagioli è regolato dal governo per garantire che siano a buon mercato per gli elettori più poveri. 

Hawawshi
L'hawawshi potrebbe essere uno spuntino egiziano alla moda che consiste in un pane Baladi standard, simile alle famose tasche di pane piatto, pieno di una saporita miscela di carne macinata, verdure e spezie varie. L'impasto di carne, riccamente condito, viene posto all'interno della pasta e cotto al forno fino a quando tutti i sapori si mescolano, la carne si gratina e quindi il pane raggiunge un leggero colore dorato e una consistenza tenera.

Sia che si riceva già pronto, sia che lo si gusti nelle varie istituzioni alimentari egiziane, l'hawawshi viene tipicamente servito insieme a verdure recenti, insalate e salsine varie.

Hummus
Questa salsa beige, di moda a livello internazionale, è storicamente creata con ceci schiacciati, pasta di benna, succo di frutta e aglio. Gli abitanti di tutto il pianeta amano la pasta per il suo sapore di limone e per il fatto incontrovertibile che è ricca di sostanze nutritive.

Quando viene servita, viene generalmente condita con un filo d'olio e poi utilizzata come intingolo per le verdure o come ripieno saporito per focacce come il flatbread. Ancora oggi non si sa molto sulle sue origini, anche se la prima menzione della pasta risale all'Egitto del XIII secolo. 

Shawarma
Marinato e cotto allo spiedo, lo shawarma è un delizioso piatto mediorientale a base di carne le cui origini risalgono all'epoca dell'Impero turco, mentre il suo nome deriva dalla pronuncia araba della parola turca çevirme (lett. girare; girare) e si riferisce allo spiedo rotante su cui la carne viene gratinata.

Gli shawarma vengono creati con carne di agnello, tacchino, pollo, manzo o con un misto di carni diverse che vengono cotte a fuoco lento per ore e imbastite con i loro succhi e il loro grasso, ottenendo un'appetibilità ineguagliabile, ma il segreto da 64000 dollari per uno shawarma ideale sta nella marinata. 

Mulukhiyah
La mulukhiyah è il piatto nazionale egiziano, una zuppa ottenuta dalla preparazione di una quantità eccessiva di juta finemente sminuzzata, una verdura a foglia inesperta dal sapore amaro. Storicamente, la zuppa viene gratinata con aglio, coriandolo, carne di pollo o brodo, ed è tipicamente servita con riso lucidato o pane piatto, e uno spicchio di limone o lime sul lato.

Si ritiene che il piatto risalga all'epoca dei Faraoni e che il suo nome derivi dalla parola mulokia, che significa Regno dei Re, in riferimento al fatto che veniva consumato esclusivamente da re, regine e nobili dell'epoca.

Kebda Eskandarani
Il Kebda Eskandarani, o fegato del conquistatore, è una specialità della linea di versi che consiste nel fegato di manzo cotto con condimenti piccanti come cumino, aglio, cardamomo e peperoncino. Viene tipicamente servito nei panini insieme a una salsa spalmabile, oppure da solo, tra riso riscaldato, fette di lime o pane piatto.

Sebbene non si sappia molto sulle origini del piatto, è straordinariamente apprezzato ad Alessandria, dove si trova spesso in vari carretti di cibo di strada o punti di ristoro, ottimo per un boccone veloce o per viaggiare.

Kushari
Il kushari, chiamato anche koshari, kosheri, koshary e koushari, è un piatto nazionale egiziano semplice e saporito, composto da riso, pasta e lenticchie. Il nome deriva dalla parola indù khichri, che indica un piatto di riso e lenticchie.

È sufficiente cercare piramidi commestibili e calde su piatti di metallo massiccio e lucido mentre si è in Egitto, perché è anche un cibo di strada molto apprezzato. piccole lenticchie gialle e riso vengono cotti lentamente in un brodo molto saporito, con l'aggiunta di pasta fresca cotta e cipolle rosolate al burro. 

Qatayef
Il Qatayef è un piatto arabo ed è un punto fermo della festa del Ramadan. È una torta dolce di flanella che di solito viene farcita con formaggio o con prodotti dolciari come noci, mandorle, pistacchi o nocciole. Il Qatayef può anche essere consumato semplice, condito con panna o irrorato di sciroppo.

Si ritiene che nulla sia più salutare


Kunāfah
Il Kunāfah consiste in due strati freschi di pasta kataifi o knefe tritata e imburrata, farcita con una crema di formaggio saporita, tipicamente aromatizzata con scorza d'arancia e cardamomo, quindi ricoperta da uno sciroppo infuso con succo e acqua di fiori d'arancio.

Il künefe turco è storicamente creato con il formaggio Hatay, Urfa o Antep. È tipicamente condito con pistacchi ed è il migliore servito caldo. Elegante e sorprendentemente facile da realizzare, questa portata non ha nulla a che vedere con i sogni di pasticceria ripiena di formaggio. 

Ta'meya
Anche se queste frittelle di ceci, ricche di proteine, sono annoverate tra i piatti nazionali israeliani, in genere si sostiene che i felafel siano originari dell'Egitto, del Libano o della Palestina. Negli anni Cinquanta, per guadagnarsi da vivere, gli immigrati yemeniti in Israele hanno iniziato a creare felafel per strada, commercializzandoli avvolti nella carta, il che ha trasformato questo piatto in un primo tipo di cibo israeliano.

In alternativa alla versione israeliana, spesso si utilizzano fave anziché ceci, mentre l'impasto è solitamente insaporito da prezzemolo, coriandolo, cumino e cipolle. Oggi, sia in Israele che in altri Paesi dell'area geografica, le frittelle di felafel vengono normalmente gustate in panini di pane piatto o di lafa, condite con verdure fresche o conservate e ricoperte di pasta spalmabile, di salsa tahini o di una salsa di prodotti caseari aromatizzata all'aglio.