Governatorato di Damietta Egitto | Governatorato di Damietta Storia    



Il governatorato di Damietta è una piccola provincia situata nell'estremo nord-est dell'Egitto, all'interno della regione del delta. È scarsamente abitata e conta poco più di un milione di persone. Damietta è suddivisa in sottodistretti: Damietta Central, Faraskur Central, Az Zarqa Central e Kafr Saad Central. Questi quattro centri, o "markaz" in arabo, comprendono complessivamente dieci città, trentacinque unità di villaggio nativo, cinquantanove villaggi e 722 sotto-villaggi.


Governatorato di Damietta Egitto 

La principale fonte di guadagno economico del governatorato di Damietta è la produzione di vari prodotti di arredamento, che vengono esportati in altri Paesi del Medio Oriente, nell'Unione Europea e negli Stati Uniti.

Grazie all'abbondanza di palme, il governatorato di Damietta guadagna moltissimo commercializzando grandi quantità di palme in altri Paesi stranieri. I due maggiori importatori di alberi da Damietta sono la Grecia e la Cina. Damietta è inoltre famosa per la coltivazione diffusa di grano, riso, mais, cotone, patate, limoni, uva e pomodori. Di fatto, Damietta fornisce una quantità importante di cibo interno all'Egitto.

Tra le altre industrie più fiorenti di questa regione, spiccano la preparazione di dolci secchi, il confezionamento di sardine, e quindi la produzione di formaggio Domiati e di prodotti agricoli alternativi. c'è anche l'impianto di gas liquefatto di Segas, che potrebbe essere un'iniziativa di una società di servizi spagnola, di una società italiana associata e di due società energetiche egiziane. Di recente, la filiale egiziana di un'azienda canadese ha creato qui un impianto di alcolici di grandi dimensioni. Questa città, che nell'antico Egitto si chiamava tamiat, fu in seguito dominata dai Romani e quindi conquistata dagli Arabi nel VII secolo d.C. Sia la Quinta che la Crociata furono combattute tra i Francesi e quindi gli Egiziani per la gestione di questa città, perché è situata in posizione associata e vantaggiosa vicino al fiume Nilo. Infatti, il nome di tendenza di questa città portuale non è ereditabile dal corso d'acqua Damietta, che potrebbe essere un canale del fiume Nilo. La città di Damietta è particolarmente rinomata per la varietà di alberi di guava e palme che costeggiano l'intera regione costiera, da Ras El Bar a Gamasa. Ras El Bar è una delle prime località estive dell'Egitto e si trova all'incontro tra il fiume Nilo e il Mar Mediterraneo. Anche molte moschee storiche all'interno della città di Damietta sono notevoli attrazioni per i viaggiatori, grazie al loro splendido design e all'importanza storica e non secolare; la casa di culto di Amr Ibn Al-a'as, la casa di culto di Al-Bahr, la casa di culto di Al-Maainy, la casa di culto di Al-Matbuly e la casa di culto di Al-Radwaniya sono le moschee più importanti all'interno dello spazio. Furono tutte costruite dai tradizionali governanti arabi dell'Egitto. Anche le rovine del Forte di Damietta attirano l'interesse dei viaggiatori, soprattutto per la loro antichità e importanza storica.