Governatorato di Qena Egitto | Governatorato di Qena Storia



Qena è anche ricca di attrazioni per i viaggiatori, insieme a monumenti storici come il Tempio di Denderah. Questo sito si trova nell'area geografica del fiume Nilo, a cinque chilometri dalla città di Qena. Oltre a ciò, il governatorato ospita santuari musulmani come le moschee di Seedy Abdel Rehem el-Qenae, la casa di preghiera Omari a Qoos e i monasteri copti di Naqada Markaz.


Governatorato di Qena Egitto 

Storia del governatorato di Qena
Qena è uno dei ventisette governatorati dell'Egitto. La storia e il patrimonio consolidati contraddistinguono questo governatorato come tutte le città situate all'interno della valle del fiume. In effetti, si può notare molto della sua storia nei monumenti dell'Antico Egitto rimasti a Naqada e Dendera. Questi monumenti ci assicurano che la storia di Qena si estendeva fino alla storia della civiltà in Egitto.

Storia del governatorato di Qena  

 In seguito, Muhammad Ali, che iniziò a governare l'Egitto nel 1805, divise il Paese in direzioni. di conseguenza, Girga "Alto Egitto" divenne una di queste direzioni. Inoltre, questo consiglio aveva molte città, tra cui Mishta a nord e Qena ed Esna a sud.

Secondo un'altra divisione dimostrativa del 1960, Qena divenne un governatorato. Si estendeva quindi dal sud del governatorato di Sohag alla città di Esna, nel sud. Infine, nel 2009, Luxor si è separata da esso per creare un governatorato sostitutivo.

Divisioni amministrative del governatorato
Il governatorato di Qena è composto dalle seguenti undici divisioni amministrative di undici città centrali:

Abu Tesht.
El Waqf.
Dishna.
Inoltre, Farshut.
Nuova Qena.
Naga Hammadi.
Inoltre, Naqada.
Quft (Gebtu o Coptos).
Qena.
Inoltre, Qus.
Le città centrali più importanti (Markazes) hanno unità rurali native con villaggi subordinati.

Città di Naqada
Naqada potrebbe essere una città della regione geografica del fiume nel governatorato di Qena, in Egitto, situata a circa venti chilometri a nord di Luxor. Secondo il censimento del 1960, è una delle aree più abbandonate e contava solo 3.000 abitanti, principalmente di religione cristiana, che hanno conservato parti della lingua copta fino agli anni Trenta.

Città di Qift
Qift, congiuntamente Triticum spelta Kuft, in greco Coptos, o Koptos, città agricola, muhafazah (governatorato) di Qina, divisione territoriale. Conosciuta dagli egizi tradizionali con il nome di Qebtu, la città era di antica fondazione popolare. Era assolutamente vitale per le vicine miniere d'oro e di pietra nel deserto del Giappone, per tutta la prima e la seconda dinastia (2925 ca. - 2650 a.C.) e come punto di partenza per le spedizioni a Punt (nella Somalia moderna). Qebtu era legata al dio Min (restano rovine del tempio) e quindi alla divinità Iside, che, secondo la leggenda, vi trovò una parte del corpo di Osiride. Distrutta nel 292 Cerio da Diocleziano, Qift divenne in seguito una comunità cristiana, prestando il suo nome ai cristiani copti d'Egitto e all'Egitto attraverso il nome greco Aegyptus. vitale come centro commerciale carovaniero medievale, la città è conosciuta principalmente per le sue rovine. La famosa strada per il Mar Rosso, attraverso il burrone di Hammamat che ha reso la città vitale, inizia semplicemente a est, ai margini del deserto. Popolazione. (2006) 22,063.

Attrazioni nel Governatorato di Qena
Templi di Dendera
Il complesso del Tempio di Dendera è uno dei complessi templari meglio conservati d'Egitto. L'intero complesso si estende per circa quarantamila metri quadrati e un enorme muro di cinta in mattoni di fango lo circonda. Il complesso del Tempio di Dendera si trova a sette chilometri da Qena, a circa 2,5 chilometri a sud-est di Dendera, nel governatorato di Qena, in Egitto. Questo spazio era utilizzato a causa del sesto Nome della divisione territoriale, a sud di Abydos.