https://sso.umk.ac.id/public/spaces/https://sso.umk.ac.id/public/posts/https://sso.umk.ac.id/public/document/https://dema.iainptk.ac.id/wp-content/toto-slot/https://mawapres.iainptk.ac.id/wp-content/apps/https://sso.umk.ac.id/public/plugin/https://sso.umk.ac.id/public/amp/https://159.203.61.47/https://dema.iainptk.ac.id/wp-content/config/https://dema.iainptk.ac.id/wp-content/jpg/https://dema.iainptk.ac.id/wp-content/tmb/https://dema.iainptk.ac.id/wp-content/kmb/https://dema.iainptk.ac.id/wp-content/amp/https://dema.iainptk.ac.id/wp-content/restore/https://dema.iainptk.ac.id/wp-content/vendor/https://dema.iainptk.ac.id/wp-content/file/https://dema.iainptk.ac.id/wp-content/vps-root/https://dema.iainptk.ac.id/wp-content/files/https://sso.umk.ac.id/public/analog/https://sso.umk.ac.id/public/etc/https://sso.umk.ac.id/public/bulk/https://138.197.28.154/https://dema.iainptk.ac.id/wp-content/json/https://dema.iainptk.ac.id/scholar/https://wonosari.bondowosokab.go.id/wp-content/upgrade/https://untagsmg.ac.id/draft/https://sso.umk.ac.id/public/web/https://dema.iainptk.ac.id/wp-content/data/https://sso.umk.ac.id/public/right/https://sso.umk.ac.id/public/assets/https://dpmptsp.pulangpisaukab.go.id/themess/https://dpmptsp.pulangpisaukab.go.id/wp-content/luar/https://sso.umk.ac.id/public/tmp/https://sso.umk.ac.id/public/font/https://dema.iainptk.ac.id/assets/https://dema.iainptk.ac.id/root/https://dema.iainptk.ac.id/wp-content/assets/https://dema.iainptk.ac.id/wp-content/nc_plugin/https://gem.araneo.co.id/https://mawapres.iainptk.ac.id/mp/https://152.42.212.40/https://mawapres.iainptk.ac.id/wp-content/nc_plugin/https://mawapres.iainptk.ac.id/wp-content/pages/https://admpublik.fisip.ulm.ac.id/wp-content/luar/https://env.itb.ac.id/wp-content/pul/https://env.itb.ac.id/wp-content/luar/https://env.itb.ac.id/vendor/https://sikerja.bondowosokab.go.id/font/https://pmb.kspsb.id/gemilang77/https://pmb.kspsb.id/merpati77/https://disporpar.pringsewukab.go.id/wp-content/filess/https://pmnaker.singkawangkota.go.id/filess/https://triathlonshopusa.com/https://websitenuri77.blog.fc2.com/
Re Snefru | Fondatore della Quarta Dinastia

Articoli Recenti

  • Gabal Shayeb Al Banat - Red Sea Mountain

    Gabal Shayeb Al Banat - Red Sea Mountain

    Gabal Shayeb Al Banat, also known as Mount Shayeb Al Banat, is a stunning mountain located in the Eastern Desert of Egypt. The mountain holds cultural significance and attracts visitors seeking natural beauty and captivating folklore.

  • Mummification Museum

    Mummification Museum

    The Mummification Museum is a unique and captivating destination that offers visitors an extraordinary glimpse into the ancient Egyptian art of mummification. It houses a vast collection of well-preserved mummies, artifacts, and interactive exhibits.

  • Sfinge nel Deserto Bianco - Formazioni di gesso bianco

    Sfinge nel Deserto Bianco - Formazioni di gesso bianco

    La Sfinge nel Deserto Bianco è una straordinaria formazione rocciosa naturale situata nel Deserto Bianco dell'Egitto. Questa struttura, che ricorda la mitica creatura dell'antica tradizione egizia, si erge in un paesaggio surreale.

  • La casa inglese in Egitto - Un'oasi relizzata dalla guerra e dalla rivoluzione

    La casa inglese in Egitto - Un'oasi relizzata dalla guerra e dalla rivoluzione

    La Casa inglese in Egitto è un punto di riferimento storico che rappresenta un'affascinante reliquia del passato tumultuoso della regione, riflettendo l'impatto della guerra e della rivoluzione sull'oasi. Immerso nel deserto egiziano, questo gioiello architettonico occupa un posto importante nella storia.

  • I migliori parchi nazionali in Egitto per scoprire il lato selvaggio del Paese!

    I migliori parchi nazionali in Egitto per scoprire il lato selvaggio del Paese!

    È risaputo che l'Egitto ha un clima caldo e paesaggi desertici, ma meno si sa dei parchi nazionali e delle riserve naturali, che costituiscono oltre il 12% dell'area geografica totale del Paese. L'Egitto ha oltre 30 parchi nazionali, ognuno dei quali ospita una varietà di piante e animali, alcuni dei quali sono indigeni dell'Egitto e si trovano solo lì. I parchi nazionali sono destinazioni popolari per gli abitanti del Cairo, la capitale, che vengono a prendere una boccata d'aria fresca lontano dal trambusto della vita cittadina. I parchi nazionali e le riserve naturali del Paese, che attirano visitatori da tutto il mondo, sono una delle principali destinazioni turistiche dell'Egitto.

  •  Rilassarsi e distendersi sulle rive dei laghi nella terra delle piramidi

     Rilassarsi e distendersi sulle rive dei laghi nella terra delle piramidi

    Le persone che preferiscono la pace e la tranquillità apprezzeranno senza dubbio la possibilità di trascorrere del tempo da soli in mezzo alle bellezze naturali dell'Egitto, vicino ai laghi. La natura offre molta privacy grazie alla tranquillità dei corsi d'acqua e al cinguettio degli uccelli. In effetti, è un luogo meraviglioso per riflettere su se stessi e rigenerarsi ammirando lo splendore della natura.

Re Snefru | Fondatore della Quarta Dinastia

  • 05 16, 2023

Re Snefru 

Quando si parla di questo Re, fondatore della IV dinastia, lo si fa soprattutto in relazione alle sue tre Piramidi, forse anche quattro. Era il più grande costruttore dell'antico Egitto, sebbene le informazioni che lo riguardano siano piuttosto scarse.

Le strutture architettoniche imponenti, invece, parlano per lui.

Figlio di Huni (l'ultimo sovrano della 3a dinastia) e della moglie secondaria del re Huni, la regina Meresankh, Snefru rafforzò il suo diritto alla successione sposando la sua sorellastra che in seguito divenne la madre del re più famoso dell'antico Egitto storia, la regina Hetepheres madre di Cheope che è la proprietaria della piramide più enorme della storia, che attira i turisti ogni giorno durante il tour delle Piramidi di Giza.

Del suo regno, la Pietra di Palermo riporta due campagne militari, una in Nubia e l'altra contro le tribù libiche. La Pietra di Palermo menziona anche l'arrivo di un convoglio da Biblo, composto da quaranta navi cariche di legno di cedro.

Entrambe le piramidi di Dahshur, vicino a Saqqara, sono attribuite a questo re. Di incerta attribuzione rimane la piramide di Meidum, talvolta considerata una delle tre piramidi di Snefru. Secondo una teoria abbastanza accettata, suo padre Huni era il proprietario della tomba di Meidum, mentre Snefru ne gestiva la trasformazione. Anche durante il suo regno apparve per la prima volta il cartiglio, la forma ovale che contiene il nome del sovrano nsu-biti, dopo la tradizionale forma serekh che era una forma quadrata usata prima, il serekh può essere visto sulla parte superiore del Tavolozza Narmer bifacciale esposta al Museo Egizio del Cairo che commemora la vittoria del re Menes dopo la battaglia che unì i due regni d'Egitto a nord e sud, segnando l'inizio del periodo dinastico della I dinastia.

Regnò probabilmente per cinquant'anni, questo gli permise di costruire, e completare, tre grandi piramidi, meritandosi così il titolo di "più grande costruttore di piramidi di tutti i tempi".
I tre edifici di Snefru contengono più di tre milioni e mezzo di metri cubi di pietra, superando così la Grande Piramide. L'idea che un re possa far costruire più di una tomba ci è decisamente strana. Dopotutto, il faraone poteva essere sepolto solo in un posto. Non sappiamo con certezza quale sia il motivo di tanta abbondanza di edifici, tuttavia, una probabile spiegazione potrebbe semplicemente essere che Snefru, visti i problemi tecnici che avevano reso difficile la costruzione delle prime due piramidi, volesse che fosse costruita una terza forma perfetta.

Se è proprio così, potremmo considerarla una sorta di variazione rispetto all'approccio costruttivo di Imhotep che aveva realizzato passo dopo passo la Piramide a gradoni per il suo Re Djoser, approccio che avrebbe garantito che ci fosse sempre almeno una tomba pronto in caso di morte improvvisa e inaspettata del faraone. (Qualcosa di simile doveva accadere durante il Regno di Mezzo, quando Amenemhat III fece costruire due piramidi, la seconda delle quali si dimostrò tecnicamente molto più avanzata della prima.) Ad ogni modo, è possibile che Snefru volesse possedere uno o più memoriali, in aggiunta alla vera tomba.

Puoi andare a Saqqara e Dahshur per esplorare le gigantesche piramidi del re Senefru durante il tour delle piramidi dall'aeroporto del Cairo.

Senefru voleva confirmare la sicurezza dei confini, quindi ha fatto alcuni attachi verso Nubia per consirvare la sicurezza e la tranquillità ai confini meridionali dell'Egitto, ha invitato attachi punitive ai beduini del Sinai, che stavano rubato le miniere di turchese e rame e le carovane commerciali, e quindi troviamo che il Re Senefru dava l'importanza alla sicurezza del paese e aveva una meravigliosa fortezza.

La Piramide Piegata, chiamata anche Piramide Romboidale o Piramide Sud di Dahshur, è un monumento funerario o cenotafio costruito per ordine del faraone Seneferu a Dahshur, 40 chilometri a sud del Cairo, in Egitto.

Se amate leggere i libri di storia, una visita in Egitto realizzerà il vostro sogno con il viaggio di Cairo Top Tours nei luoghi più affascinanti del mondo.

Tag:
Condividi sui social media:

Domande frequenti sui tour in Egitto.

Leggi le migliori domande frequenti sui tour in Egitto

Re Snefru era un antico faraone egiziano che regnò durante il periodo dell'Antico Regno, in particolare durante la IV dinastia, intorno al 2613-2589 a.C.. Gli viene spesso attribuito il merito di essere stato uno dei più prolifici costruttori di piramidi dell'antico Egitto e di aver svolto un ruolo significativo negli sviluppi architettonici ed edilizi del suo tempo. Ecco alcuni dettagli sul re Snefru e sul suo contributo all'antico Egitto:

   La costruzione delle piramidi: Snefru è noto soprattutto per la costruzione di piramidi. Durante il suo regno avviò la costruzione di tre grandi piramidi: la Piramide di Meidum, la Piramide Piegata e la Piramide Rossa. Queste piramidi rappresentano importanti pietre miliari nell'evoluzione del design e delle tecniche di costruzione delle piramidi.

   Piramide di Meidum: Snefru iniziò la costruzione della piramide di Meidum, situata a Meidum, nella regione del Fayoum. Si ritiene che inizialmente fosse stata progettata come piramide a gradoni, ma che in seguito sia stata modificata in una vera e propria piramide. Sebbene la piramide abbia avuto problemi strutturali e sia parzialmente crollata nel corso dei secoli, ha segnato i primi esperimenti di costruzione di piramidi.

   Piramide piegata: La piramide piegata, situata a Dahshur, è una delle realizzazioni architettoniche più distintive di Snefru. La sua forma unica, con una sezione inferiore ripida e una sezione superiore più graduale, è una testimonianza della sperimentazione e dell'apprendimento avvenuti durante la sua costruzione. È spesso considerata una tappa intermedia nello sviluppo del design delle piramidi.

   Piramide rossa: La Piramide Rossa, anch'essa situata a Dahshur, è la terza piramide costruita da Snefru. È la prima vera piramide a lati lisci ed è nota per il suo aspetto ben conservato e per l'involucro di calcare rosso. Rappresenta il culmine degli sforzi di Snefru nella costruzione di piramidi e servì come luogo di riposo finale.

   Spedizioni e commercio: si ritiene che Snefru abbia condotto campagne militari e spedizioni commerciali in terre straniere, tra cui il Sinai e la Nubia. Queste imprese contribuirono all'acquisizione di preziose risorse e all'espansione dell'influenza dell'Egitto.

   Eredità: Il regno di Snefru è spesso considerato un periodo di sperimentazione e innovazione nella costruzione delle piramidi. Le sue realizzazioni architettoniche gettarono le basi per la successiva costruzione di alcune delle piramidi più famose dell'Egitto, tra cui quelle dell'altopiano di Giza.

   Arte e cultura: La IV dinastia, sotto il governo di Snefru, fu testimone di progressi nell'arte, nella cultura e nello sviluppo di un'amministrazione statale centralizzata. Artisti e artigiani crearono splendide opere d'arte e geroglifici.

;

I partner di Cairo Top Tours

Scopri i nostri partner

EgyptAir
Fairmont
Sonesta
the oberoi