Taba



Taba è una città di confine che circonda le montagne con i suoi centri turistici, la sua fascia costiera è la più bella a livello della penisola ed è composta da una serie di baie, laghi, uno stretto e un'isola, i panorami più belli di quest'isola è il forte di Salah al-Din, restaurato dall'Organizzazione delle Antichità Egizie, è caratterizzato dalla presenza di siti archeologici risalenti a circa 5000 anni fa e di fauna rara oltre al patrimonio tradizionale dei beduini residenti.


 Taba

Taba è una città egiziana che appartiene al Governatorato del Sinai del Sud ed è situata all'estremità del Golfo di Aqaba tra la catena montuosa e gli altopiani di Taba orientale da un lato, e le acque del Golfo di Aqaba dall'altro. La città ha una popolazione di 3000 persone, un'area di circa 508,8 acri e si trova a 240 km a nord di Sharm El-Sheikh. È anche considerato il luogo di attraversamento del confine più trafficato e imbottito in Egitto.

La città si trova su molte importanti attrazioni turistiche, tra cui The Flag Platform, che è un memoriale del sito dell'innalzamento della bandiera egiziana sulla terra di Taba liberata il 19 marzo 1989. Il tipico villaggio beduino, che comprende 198 beduini case, una scuola, un'unità sanitaria e 60 negozi e centri giovanili, sono stati istituiti con l'obiettivo di Il servizio delle comunità beduine, in particolare Wadi Al-Marakh, a Taba, con un costo fino a 50 milioni di sterline. Oltre al Museo Taba, che conserva la storia dei luoghi d'interesse della città. Comprende tre sale contenenti più di 700 manufatti, che sono un archivio delle vite delle persone del Sinai meridionale, dall'era faraonica all'era moderna.

Fino a poco tempo, oltre alle guardie di frontiera, qui non si vedeva nulla tranne una stazione degli autobus e un hotel Hilton vicino al confine. Attualmente, a Taba, ci sono alcuni bar, ristoranti e un hotel, ma la maggior parte dei visitatori passa solo attraverso i due paesi, Egitto e Israele.

L'isola del Faraone si trova a 10 km dalla città di Aqaba in Giordania ea 30 metri dalla spiaggia del Sinai, ed è situata con l'antico castello di Salah al-Din, fondato dal leader Salah al-Din nel 1171 d.C., per respingere le incursioni delle crociate e proteggono la via dei pellegrini egiziani attraverso il Sinai. Nel 1182 d.C., il principe Arnat, proprietario del Forte Karak, assediò l'isola con l'intenzione di chiudere il Mar Rosso ai musulmani e monopolizzare il commercio con l'Estremo Oriente e l'Oceano Indiano conquistando Ayla nel nord (l'attuale Aqaba) e Aden nel sud e il bel Abu Bakr bin Ayoub lo affrontarono con le istruzioni di suo fratello Salahuddin. In preparazione per il sito di Hittin. Il castello contiene installazioni difensive, un laboratorio di produzione di armi, una sala riunioni di guerra, stanze dei soldati, un forno, depositi di grano, un bagno di vapore, serbatoi d'acqua e una moschea fondata dal principe Husamuddin Bajil bin Hamdan. Il castello è stato costruito con pietrame granitico prelevato dalla collina su cui è stato costruito il castello.

Customer Reviews