Monastero di San Simeone | Il Monastero di San Simeone ad Assuan



Il monastero prende il nome da "uno dei santi della Chiesa copta ortodossa, Samaan al-Kharraz, è un buon uomo copto che visse al tempo del califfo fatimide al-Muizz Li Din Allah". Si estende su una superficie di quasi mille metri, è considerato un "gioiello architettonico" nel cuore della montagna, che attira molti turisti per visitarlo e "vedere la montagna che si è spostata dal suo posto".


Monastero di San Simeone 

Il monastero di San Simeone ad Assuan è considerato uno dei luoghi più belli che possono essere visitati durante le tue gite di un giorno ad Assuan ed è il più grande monastero archeologico in Egitto che include rari monumenti religiosi. È stato scoperto dall'archeologo italiano Monre de Vellard nel 1925.

Il Monastero di San Simeone ad Assuan

Il monastero di San Simeone in passato riceveva anche i viaggi dei pellegrini musulmani provenienti dai paesi del Maghreb arabo e quelli che attraversavano l'Egitto diretti alla regione di Hijaz per il commercio o il pellegrinaggio alla Mecca, dove si fermavano per un periodo in cui venivano dati da mangiare e da bere, nomi di alcuni di questi pellegrini incisi sui muri del monastero interno. Questo rappresenta il culmine dell'unione tra musulmani e cristiani in questo luogo.

L'unico punto debole del monastero era la difficoltà di approvvigionamento idrico. In effetti, durante i costanti assedi, questo spesso fallì perché le fonti erano troppo lontane. Questo è sicuramente uno dei motivi per cui il monastero è stato abbandonato.

Puoi visitare il monastero di San Simeone attraverso i tour del monastero di Santa Caterina dal Cairo o in un tour di un giorno al monastero di San Simeone di Assuan attraverso i tour di un giorno in Egitto.