Tempio di Medinet Habu



Il tempio di Medinet Habu è il più grande dei templi del continente occidentale a Luxor. Combina la grandezza dell'antica architettura faraonica e il fascino della civiltà ed è stato costruito dal re Ramses III per raccontare i suoi eroici. Nonostante i suoi 3000 anni, le sue mura conservano ancora i loro colori.


Costruita come sede del potere dalla regina Hatshepsut e Ramses III, uno dei più grandi faraoni d'Egitto durante il nuovo regno, Medinet Habu assomigliava a una città fortificata, con templi, palazzi, cappelle e quartieri residenziali destinati a sacerdoti e funzionari. Durante le invasioni dell'Egitto nella XX dinastia, l'intera popolazione di Tebe (oggi Luxor) si rifugiò all'interno delle massicce mura del Tempio funerario di Ramses III.

Si entra nel tempio attraverso la porta fortificata, un edificio a tre piani. Ai piani superiori c'era la residenza privata del re, decorata con scene che lo ritraggono intrattenuto da esili ballerini. Numerose campagne militari sono registrate sui piloni e sulle pareti del tempio.

Nel secondo cortile si possono vedere rilievi multicolori raffiguranti festività religiose, conservati grazie ai cristiani che trasformarono la zona in una chiesa della prima cristianità in Egitto e coprirono le immagini che erano considerate offensive con uno strato di intonaco.