Antica lingua egiziana



Nessuna piramide era destinata a ricevere alcun testo. Ma, nel 1880, un'indicazione fornita da un blocco della piramide di re Pepi I che allerta il giovane Gaston Maspero, che convince Mariette a fine dicembre a scavare le rovine di un'altra piramide, quella di re Merenre. E poi c'è stata una scoperta favolosa: le pareti ricoperte da colonne di geroglifici egizi.


Antica lingua egiziana

La scrittura egiziana è presumibilmente nata nella regione del delta del Nilo, in un'epoca probabilmente precedente a quella in cui fu stabilita la scrittura cuneiforme in Mesopotamia. I primi esempi di scrittura geroglifica, grazie al ritrovamento ad Abido di alcune tavolette che testimoniano il pagamento delle tasse, risalgono al periodo antecedente all'unificazione del paese sotto il primo faraone Narmer, mentre le ultime appartengono al III secolo quando la scrittura geroglifica fu progressivamente sostituita da quella copta, il cui alfabeto era derivato da quello greco.

In origine, quando nasceva la scrittura, ogni simbolo corrispondeva a un significato preciso, mentre poi si aggiungevano simboli capaci di esprimere concetti. Così il geroglifico divenne un insieme di pittogrammi, ideogrammi e fonogrammi. La base della scrittura geroglifica non cambierà durante il corso dell'Egitto faraonico. Le uniche differenze che si possono riscontrare tra un periodo e l'altro sono limitate allo stile di scrittura e alla ricerca del particolare per rappresentare al meglio un simbolo.

La lingua parlata e letteraria era notevolmente diversa nell'antico Egitto. La maggior parte delle iscrizioni su tombe, templi, colonne e statue erano scritte in uno stile arcaico, mentre solo pochi documenti si avvicinavano alle lingue parlate, come registrazioni di transazioni e lettere.

Sulla base della lingua letteraria prevalente, la lingua egiziana era divisa in cinque periodi:

    Il vecchio regno (da prima del 3000-2200 a.C.) è la lingua scritta del periodo predinastico e dell'Antico Regno (dinastia I-VI).
    Il Medio Regno (dal 2200 al 1600 a.C.) è la lingua letteraria classica, che si ritiene rifletta la lingua parlata intorno al 2200 a.C: il suo periodo di massimo splendore coincise con il Medio Regno e con i periodi di transizione che lo precedettero e lo seguirono (VII -XVII dinastia); inoltre, continuò ad esistere come lingua letteraria (come accadde molto più tardi per il latino in Europa) fino al 500 a.C. circa
    Intorno al 1380 a.C., all'inizio del Nuovo Regno (XVIII-XXVI dinastia), il faraone Akhenaton introdusse le innovazioni tardo egizie e religiose (dal 1550 al 700 a.C. circa) come nuovo modello per la lingua letteraria. Probabilmente basato sulla lingua parlata intorno al 1550 a.C., presenta significativi cambiamenti grammaticali e fonetici rispetto alla lingua precedente.

Poco prima che il Nuovo Regno cedesse alla dominazione persiana, il demotico egiziano, così erroneamente definito "popolare" dai Greci (dal 700 a.C. al 400 d.C. circa), divenne la lingua letteraria in uso. Con la dominazione greca e romana, prenderà piede il copto che altro non è che l'alfabeto greco con l'aggiunta di 7 lettere. Questa lingua letteraria aveva una forma particolare di scrittura, chiamata anche demotica, e sembra rappresentare la lingua parlata intorno al 700 a.C.

Gli egizi svilupparono due forme di scrittura: geroglifica (usata per iscrizioni formali su colonne e muri) e derivazione corsiva, scrittura ieratica (fino a circa il 650 a.C. usata per la documentazione amministrativa, legale e contabile) che poi si evolse in scrittura demotica (dal 650 a.C. al 450 d.C. circa) e in quello ieratico anormale (V sec.

Il dio Thot e l'alfabeto:

Il geroglifico può essere letto da sinistra a destra o da destra a sinistra a seconda della parte verso la quale sono rivolti gli uccelli. Ad esempio, se gli uccelli vengono girati a destra, la lettura inizierà da destra, mentre se vengono ruotati a sinistra partirà da sinistra.
Accanto a quello dei geroglifici, c'era un altro scritto chiamato dai greci ieratico, che significa "sacro" anche se in questo caso non aveva nulla di sacro.

Lo ieratico era un geroglifico corsivo e più frettoloso usato per tutto ciò che non doveva essere inciso sulla pietra, né avere un carattere ufficiale. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, questa era l'ortografia normalmente impiegata dalle persone istruite nell'era tolemaica romana.

Con successive semplificazioni la scrittura ieratica si tradurrà in quella chiamata dai Greci, ancora una volta erroneamente, demotica, cioè "popolare" in uso fin dall'VIII secolo a.C., alla fine dell'Impero Romano, cosiddetta per distinguerla dalla scrittura precedente, propria della casta sacerdotale.

Il copto, d'altra parte, era un insieme di dialetti, con aggiunte di parole greche e orientali, scritte con caratteri greci, con l'aggiunta di altri sette segni per indicare suoni che il greco non aveva. Era la lingua tardo egiziana adottata dai cristiani indigeni a cui non piaceva usare il greco perché "lingua dei pagani" e in cui sono conservate molte traduzioni di testi sacri. In ogni caso, è una lingua che ha legami abbastanza stretti con l'antico egizio per facilità di comprensione grazie alla presenza delle vocali.

Ti piacerebbe vivere un viaggio nell'antico

Se hai intenzione di visitare l'Egitto, dovresti considerare di rivedere la nostra dettagliata guida di viaggio in Egitto, poiché è un'esperienza davvero unica durante i tour in Egitto che non è paragonabile a nessun'altra cosa da fare in Egitto. Puoi goderti uno dei tour classici in Egitto, che tutti i viaggiatori vorrebbero fare in crociera sul fiume Nilo durante i tour di Natale in Egitto o durante il miglior tempo durante i tour di Pasqua in Egitto. Coprendo la maggior parte delle gite di un giorno al Cairo, tour di un giorno a Luxor oltre alle escursioni ad Assuan, ecco perché la nostra sezione di informazioni di viaggio è pensata per essere utile prima di procedere con i migliori tour dell'Egitto per coloro che cercano cultura, storia dell'Egitto e alloggi di lusso durante la navigazione sul Nilo Valle.

Il nostro team vi aiuterà a viaggiare in Egitto e sperimentare il tempo soleggiato del nostro bel paese durante la Pasqua 2022, grazie alla loro vasta conoscenza del turismo egiziano. Puoi personalizzare il tuo pacchetto selezionando uno dei nostri pacchetti di viaggio in Egitto o sfruttare al massimo il tuo tempo in una breve visita, imparando di più sulla storia egiziana e le sue affascinanti storie e vivendola attraverso tour privati al Cairo. Partecipa a uno dei nostri tour economici in Egitto attraverso il deserto del Sahara, come i tour di Siwa dal Cairo, per esempio, o preferibilmente i tour nel Deserto Bianco d'Egitto. Scoprite i nostri tour di un giorno ad Assuan, fate una gita di un giorno da Assuan ad Abu Simbel, o viaggiate via terra e godetevi i nostri tour di un giorno a Luxor per vedere gli incredibili templi di Karnak, il Tempio di Luxor, il Tempio di Hatshepsut, e vedete le meravigliose tombe splendidamente dipinte nella Valle dei Re, questo è il luogo dove i re e i governanti del nuovo regno riposano in pace e imparate i loro riti di mummificazione e sepoltura.