Architettura dei templi Egiziani



Quali erano i metodi degli egiziani per costruire i loro templi? Dovevano innanzitutto costruire, perché i templi sono dedicati alla dea e sarebbero sempre rimasti lì, un edificio e una conquista in campo architettonico.


Architettura dei templi egiziani

I templi egiziani furono stabiliti nell'antico Egitto e nelle aree sotto il dominio egiziano per il culto ufficiale delle divinità e per le commemorazioni dei faraoni qui, potremmo suggerire che i templi furono spesso costruiti per il culto dei re.

Tre elementi importanti basati sull'antico culto egiziano: fare sacrifici agli dei, celebrare feste religiose e combattere le potenze del caos.Per continuare ad aderire a Maat, l'ordine divino dell'universo, le antiche divinità egizie rendevano appropriati questi rituali.

I faraoni erano responsabili della dimora e della cura delle divinità, che dedicavano enormi risorse alla costruzione e alla manutenzione del tempio. Per ragioni di necessità, i faraoni delegavano la maggior parte dei loro compiti rituali a un gruppo di sacerdoti. La maggior parte dei residenti era esclusa dalla partecipazione diretta ai rituali e gli era proibito entrare nelle aree più sacre del tempio. Tuttavia, il tempio era un importante sito religioso per tutti gli egiziani, che vi si recavano per pregare, fare offerte e cercare una guida dalla dimora degli dei al suo interno. L'antico culto egizio si concentrava su tre elementi importanti: fare sacrifici agli dei, celebrare feste religiose e vincere le forze del caos. . Questi rituali erano ritenuti necessari per le antiche divinità egizie per continuare ad aderire a Maat, l'ordine divino dell'universo. La dimora e la cura delle divinità erano compiti dei faraoni, che dedicavano enormi risorse alla costruzione e alla manutenzione del tempio. Per ragioni di necessità, i faraoni delegavano la maggior parte dei compiti rituali a un gruppo di sacerdoti. La maggior parte dei residenti era esclusa dalla partecipazione diretta ai rituali e gli era proibito entrare nelle aree più sacre del tempio. Tuttavia, il tempio era un importante sito religioso per tutti gli egiziani, che vi si recavano per pregare, per fare offerte e per cercare una guida dalla dimora degli dei al suo interno.

La parte più sacra del tempio era il santuario, che di solito conteneva un'immagine di culto e una statuaI templi continuarono in Egitto nonostante il declino della nazione e l'eventuale perdita di indipendenza durante l'Impero Romano nel 30 a.C. Con l'avvento del cristianesimo, la religione tradizionale egiziana affrontò un crescente abbandono, e le comunità dei templi scomparvero durante il quarto e sesto secolo. Gli edifici che hanno lasciato hanno subito secoli di distruzione e abbandono.

Qui elenchiamo una serie di antichi templi egiziani. Li abbiamo ordinati in base alla loro ubicazione partendo dal sud del paese verso il nord: Templi di Abu Simbel, tempio di Kalabsha, Elefanti dei templi, tempio di Kom Ombo, tempio di Edfu, complesso di templi di Abydos, tempio di Hatshepsut, tempio di Karnak, tempio di Luxor, tempio di Dendera, tempio di Medinet Habu

E ora parleremo dei templi più famosi in Egitto1-Tempio di Karnak

Il Tempio di Karnak si trova a ovest di Tebe, circa tre chilometri a nord del tempio di Luxor è il più grande e importante tempio egiziano. Gli antichi egizi lo chiamavano "Ibt Sot", che significa "il luogo scelto per i troni di Amon". Dove era dedicato al culto del dio Amon, capo della sacra trinità di Tebe con Mut e Khonsu. Consiste in un gruppo di templi ed elementi architettonici che furono costruiti dai re dell'antico Egitto dal Medio Regno all'epoca tolemaica. Terme tolemaiche e romane scoperte di recente davanti al primo pilone.

Karnak comprende il tempio della dea Mut, che può essere raggiunto attraverso la strada orientale degli arieti dal decimo pilone del tempio di Karnak, ed è circondato a est, sud e ovest dal Lago Santo.

Il tempio era dedicato alla dea Mut, moglie di Amun-Ra e madre del dio Khonsu, e fu costruito da Amenhotep III e i re vi aggiunsero diverse aggiunte fino all'epoca tolemaica. Il tempio comprende tra le sue mura due piccoli templi; il primo era dedicato al dio Khonsu e risale alla XVIII dinastia, mentre il secondo era dedicato al culto del dio Amon e risale all'epoca di Ramses III.

Il tempio inizia con un edificio, poi un cortile con diverse statue della dea "Sekhmet", che è raffigurata sotto forma di una signora con la testa di una leonessa, che è un'immagine della dea Mut. Poi si raggiunge un altro cortile con colonne, poi la sala dei maestri, seguita dal Santo dei Santi.

2-Tempio di Abu Simbel

Si trova sulla riva occidentale del lago Nasser, 290 km a sud-ovest di AssuanDatano il tempio di Abu Simbel con l'era del re Ramses II (1279-1212 a.C.). Sono stati collocati su un altopiano di arenaria 4 km a sud della loro posizione attuale, dove sono stati spostati nella campagna per salvare i monumenti della Nubia dopo la creazione della Diga Alta nel 1960 dC.

Il sito di Abu Simbel comprende due templi, ovvero il Grande Tempio di Abu Simbel, che era dedicato al culto di "Ra Hur Akti" e "Amun Ra" Ptah e del re stesso, e il piccolo tempio di Abu Simbel, che si trova a 100 metri dal primo tempio che era dedicato alla dea Hathor e alla regina Nefertari, la moglie principale del re.

Il nome "Abu Simbel" fu dato a questo sito dal viaggiatore svizzero "Johann Ludwig Burckhardt" conosciuto come "Ibrahim Burckhardt" che scoprì il sito nel 1813 d.C. quando un bambino chiamato "Abu Simbel" lo portò da lui.

L'importanza del Grande Tempio di Abu Simbel è dovuta alla sua associazione con il fenomeno del sole che attraversa il volto della statua del faraone Ramses II due volte all'anno. La prima corrisponde al suo compleanno, corrispondente al 22 ottobre, e la seconda, il 22 febbraio, per commemorare la sua incoronazione. Il tempio presenta anche un design architettonico unico; dove la sua facciata è cliccata nella roccia, ed è decorata con quattro enormi statue del re Ramses II, ognuna delle quali raggiunge circa 20 m di lunghezza, e accanto alla facciata è un corridoio che conduce all'interno del tempio, che ha beccato nella roccia ad una profondità di 48 m e le sue pareti sono decorate con scene che registrano le vittorie e le conquiste del re, tra cui la battaglia di Kadesh in cui ha vinto gli Ittiti. Oltre a scene religiose che ritraggono il re nei suoi rapporti con le divinità egiziane.

Per quanto riguarda il piccolo tempio di Abu Simbel, il re Ramses II lo regalò alla regina Nefertari, sua moglie principale e sua amante, e la sua facciata è ornata da sei enormi statue di uguali dimensioni che rappresentano il re e la regina in una chiara dimostrazione dell'alto status che la regina godeva con suo marito, e il tempio si estende nell'altopiano ad una profondità di 24 m, e le sue pareti interne decorano un gruppo Tra le meravigliose scene raffiguranti la regina che venera le diverse divinità, sia con il re o da sola.

Il nostro team vi aiuterà a viaggiare in Egitto e sperimentare il tempo soleggiato del nostro bel paese durante la Pasqua 2022, grazie alla loro vasta conoscenza del turismo egiziano. Puoi personalizzare il tuo pacchetto selezionando uno dei nostri pacchetti di viaggio in Egitto o sfruttare al massimo il tuo tempo in una breve visita, imparando di più sulla storia egiziana e le sue affascinanti storie e vivendola attraverso tour privati al Cairo. Partecipa a uno dei nostri tour economici in Egitto attraverso il deserto del Sahara, come i tour di Siwa dal Cairo, per esempio, o preferibilmente i tour nel Deserto Bianco d'Egitto. Scoprite i nostri tour di un giorno ad Assuan, fate una gita di un giorno da Assuan ad Abu Simbel, o viaggiate via terra e godetevi i nostri tour di un giorno a Luxor per vedere gli incredibili templi di Karnak, il Tempio di Luxor, il Tempio di Hatshepsut, e vedete le meravigliose tombe splendidamente dipinte nella Valle dei Re, questo è il luogo dove i re e i governanti del nuovo regno riposano in pace e imparate i loro riti di mummificazione e sepoltura.