Conquista musulmana in Egitto | La conquista araba dell'Egitto



Si può dire che la conquista islamica dell'Egitto avvenne nel diciottesimo anno di migrazione, che è l'anno corrispondente all'anno 640 d.C. durante il califfato di Umar ibn al-Khattab - che Allah sia soddisfatto di lui - e il leader del Il conquistatore fu l'astuto compagno arabo Amr ibn al-As - che Allah sia soddisfatto di lui - e prese la strada per la costa mediterranea, raggiunse Al-Arish e la conquistò senza alcuna significativa resistenza.


Durante il regno del secondo califfo Umar ibn al-Khattab, giustamente guidato, il leader arabo musulmano, Amr ibn al-As, conquistò l'Egitto per entrare a far parte del califfato islamico. La conquista islamica dell'Egitto dopo che i musulmani conquistarono la Palestina dalle mani dei romani per assicurarsi entrambe le conquiste, il califfo Umar ibn Al-Khattab non permise agli eserciti islamici di procedere in Africa. Per quanto riguarda il leader Amr ibn al-As, amava l'Egitto prima di adottare la fede islamica e, dopo aver sconfitto i romani nella battaglia di Ajnadeen, il califfo chiese il permesso di entrare in Egitto, che il califfo inizialmente rifiutò. Poco dopo, Amr bin Al-Aas acconsentì e gli inviò dei rifornimenti. Amr bin Al-Aas è andato al suo esercito. Procedendo verso l'Egitto attraverso la strada di terra militare, passò dal Sinai attraverso Al-Arish e Al-Farma, poi assediò e conquistò il castello di Babilonia, e l'Egitto fu governato in quel momento.

Si può dire che la conquista islamica dell'Egitto avvenne nel diciottesimo anno di migrazione, che è l'anno corrispondente all'anno 640 d.C. durante il califfato di Umar ibn al-Khattab - che Allah sia soddisfatto di lui - e il leader del Il conquistatore fu l'astuto compagno arabo Amr ibn al-As - che Allah sia soddisfatto di lui - e prese la strada per la costa mediterranea, raggiunse Al-Arish e la conquistò senza alcuna resistenza significativa, e quando raggiunse il villaggio di Al- Faramah all'inizio del confine egiziano, l'esercito islamico affrontò una guarnigione romano-bizantina e la assediò a lungo fino a quando nel 19 cadde per migrare. I primi beneficiari della conquista islamica sono i copti in Egitto Quindi hanno aiutato i musulmani in Egitto ad aprire molto, i musulmani hanno continuato a strisciare fino ad Alessandria, Vhasroha per quattro mesi e poi con la forza Fd Amr Ibn al-la sua famiglia ha lasciato il popolo di edema e cadde Muqawqis alla testa del suo popolo in cambio di tributi, e questo era l'anno 20 AH

Alcuni storici affermano che una delle ragioni principali del successo degli eserciti islamici nella sconfitta dei bizantini fu l'accoglienza dei cristiani egiziani presso gli arabi come loro salvatori dalla tortura dei romani. Un sostenitore di questo punto di vista è lo storico britannico Edward Gibbon nel suo libro "Storia della caduta dell'Impero Romano" nel 1782.

L'altro gruppo di storici ritiene che gli egiziani abbiano resistito agli arabi e combattuto a fianco dei bizantini. Tra coloro che sostengono questo punto di vista ci sono lo storico egiziano Taqi al-Din al-Maqrizi e lo storico britannico Alfred Butler

La fioritura dell'architettura islamica è evidente nella città di Al-Qata'ea e nella Moschea di Ahmed Ibn Tulun, che fu costruita all'avvicinarsi della Moschea di Amr Ibn Al-Aas con l'aggiunta di una fontana, minareto, pilastri, decorazione e piatto di fondazione.

L'era Ayyubid è stata segnata anche dal progresso dell'architettura e una delle sue caratteristiche più famose è la costruzione della cittadella di Salah al-Din. Questo castello rappresenta l'architettura islamica dallo stato ayyubide fino all'era di Muhammad Ali.Durante il regno del secondo califfo Umar ibn al-Khattab, giustamente guidato, il leader arabo musulmano, Amr ibn al-As, conquistò l'Egitto per entrare a far parte del califfato islamico. La conquista islamica dell'Egitto dopo che i musulmani conquistarono la Palestina dalle mani dei romani per assicurarsi entrambe le conquiste, il califfo Umar ibn Al-Khattab non permise agli eserciti islamici di procedere in Africa. Per quanto riguarda il leader Amr ibn al-As, amava l'Egitto prima di adottare la fede islamica e, dopo aver sconfitto i romani nella battaglia di Ajnadeen, il califfo chiese il permesso di entrare in Egitto, che il califfo inizialmente rifiutò. Poco dopo, Amr bin Al-Aas acconsentì e gli inviò dei rifornimenti. Amr bin Al-Aas è andato al suo esercito. Procedendo verso l'Egitto attraverso la strada di terra militare, passò dal Sinai attraverso Al-Arish e Al-Farma, poi assediò e conquistò il castello di Babilonia, e l'Egitto fu governato in quel momento.

Si può dire che la conquista islamica dell'Egitto avvenne nel diciottesimo anno di migrazione, che è l'anno corrispondente all'anno 640 d.C. durante il califfato di Umar ibn al-Khattab - che Allah sia soddisfatto di lui - e il leader del Il conquistatore fu l'astuto compagno arabo Amr ibn al-As - che Allah sia soddisfatto di lui - e prese la strada per la costa mediterranea, raggiunse Al-Arish e la conquistò senza alcuna resistenza significativa, e quando raggiunse il villaggio di Al- Faramah all'inizio del confine egiziano, l'esercito islamico affrontò una guarnigione romano-bizantina e la assediò a lungo fino a quando nel 19 cadde per migrare. I primi beneficiari della conquista islamica sono i copti in Egitto Quindi hanno aiutato i musulmani in Egitto ad aprire molto, i musulmani hanno continuato a strisciare fino ad Alessandria, Vhasroha per quattro mesi e poi con la forza Fd Amr Ibn al-la sua famiglia ha lasciato il popolo di edema e cadde Muqawqis alla testa del suo popolo in cambio di tributi, e questo era l'anno 20 AH

Alcuni storici affermano che una delle ragioni principali del successo degli eserciti islamici nella sconfitta dei bizantini fu l'accoglienza dei cristiani egiziani presso gli arabi come loro salvatori dalla tortura dei romani. Un sostenitore di questo punto di vista è lo storico britannico Edward Gibbon nel suo libro "Storia della caduta dell'Impero Romano" nel 1782.

L'altro gruppo di storici ritiene che gli egiziani abbiano resistito agli arabi e combattuto a fianco dei bizantini. Tra coloro che sostengono questo punto di vista ci sono lo storico egiziano Taqi al-Din al-Maqrizi e lo storico britannico Alfred Butler

La fioritura dell'architettura islamica è evidente nella città di Al-Qata'ea e nella Moschea di Ahmed Ibn Tulun, che fu costruita all'avvicinarsi della Moschea di Amr Ibn Al-Aas con l'aggiunta di una fontana, minareto, pilastri, decorazione e piatto di fondazione.

L'era Ayyubid è stata segnata anche dal progresso dell'architettura e una delle sue caratteristiche più famose è la costruzione della cittadella di Salah al-Din. Questo castello rappresenta l'architettura islamica dallo stato ayyubide fino all'era di Muhammad Ali.

 

Il nostro team vi aiuterà a viaggiare in Egitto e sperimentare il tempo soleggiato del nostro bel paese durante la Pasqua 2022, grazie alla loro vasta conoscenza del turismo egiziano. Puoi personalizzare il tuo pacchetto selezionando uno dei nostri pacchetti di viaggio in Egitto o sfruttare al massimo il tuo tempo in una breve visita, imparando di più sulla storia egiziana e le sue affascinanti storie e vivendola attraverso tour privati al Cairo. Partecipa a uno dei nostri tour economici in Egitto attraverso il deserto del Sahara, come i tour di Siwa dal Cairo, per esempio, o preferibilmente i tour nel Deserto Bianco d'Egitto. Scoprite i nostri tour di un giorno ad Assuan, fate una gita di un giorno da Assuan ad Abu Simbel, o viaggiate via terra e godetevi i nostri tour di un giorno a Luxor per vedere gli incredibili templi di Karnak, il Tempio di Luxor, il Tempio di Hatshepsut, e vedete le meravigliose tombe splendidamente dipinte nella Valle dei Re, questo è il luogo dove i re e i governanti del nuovo regno riposano in pace e imparate i loro riti di mummificazione e sepoltura.