Gli stranieri che governavano l'Egitto



L'Egitto è l'unico paese che ha quel grado di civiltà, secondo il sito web Greater Egypt, che molti re e imperi vorrebbero essere tutti sul trono d'Egitto.


Gli stranieri che governavano l'Egitto

Stranieri che hanno governato l'Egitto

L'Egitto si trova al centro del mondo, alla confluenza dei continenti del mondo antico, Asia, Europa e Africa, e confina con il Maghreb a ovest e il Levante a est, nonché con la Valle del Nilo a sud, si affaccia sul Mar Rosso e sul Mar Mediterraneo, e si affaccia sul Golfo di Suez e sul Golfo di Aqaba, e questo sito ha dato all'Egitto un grande vantaggio e importanza, poiché collega l'est del mondo arabo asiatico con il suo ovest, e il grande fiume in esso collega l'est e l'ovest del mondo arabo con la valle africana del Nilo, e quindi è considerato un collegamento tra i continenti di Asia e Africa.

L'importanza della posizione dell'Egitto è emersa fin dall'antichità, poiché la sua posizione ha contribuito a renderlo una porta orientale del mondo arabo, quindi tutte le campagne che prendevano di mira il mondo arabo, sia dal nord attraverso il Mediterraneo o attraverso la penisola del Sinai a est, passavano tutte attraverso l'Egitto, poiché era l'Egitto rappresenta la protezione per molte regioni arabe contro gli attacchi che le prendevano di mira grazie alla sua posizione. Paesi del Medio Oriente e anche paesi africani.

1-Alessandro il Grande

Alessandro il Grande nacque nella regione di Pella, nell'antica Grecia, in Macedonia, il 20 giugno 356 a.C., dai suoi genitori, il re di Macedonia Filippo II, e la regina Olimpia, figlia del re Neottolemo. Alessandro completò la sua educazione a Meza nel 340 a.C., e un anno dopo, ancora adolescente, divenne soldato e si imbarcò nella prima spedizione militare contro le tribù tracie. Nel 338 a.C. Alessandro divenne responsabile della cavalleria di accompagnamento e assistette suo padre nella sconfitta degli eserciti ateniese e turco a Geronimo.

Alessandro entrò in Egitto "Alessandro" riuscì a conquistare facilmente l'Egitto nel 332 a.C., e gli egiziani lo accolsero, perché lo consideravano la salvezza per loro dal dominio dei persiani, perché consideravano la loro conoscenza dei greci che vivevano in Egitto e la loro conoscenza della loro morale e consideravano che i greci sarebbero stati migliori di loro. Molti egiziani si unirono all'esercito di Alessandro come soldati mercenari. Alessandro sentì la simpatia del popolo egiziano nei suoi confronti, il che lo incoraggiò ad avvicinarsi a loro, poiché visitò Amon nell'oasi di Siwa e fece delle offerte, e i sacerdoti gli diedero il titolo di "Ibn Amon".

2-Mohamed Ali Pasha

- Nato nel 1769 a Kavala, in Macedonia (Grecia). Quando raggiunse l'età di dieci anni, lavorò con suo padre nel commercio del fumo e nel noleggio di navi, e successe anche a suo padre nel dirigere i soldati irregolari; dimostrò grande coraggio. Venne in Egitto nel 1799 come parte di una divisione militare ottomana per lavorare all'espulsione dei francesi dall'Egitto, ma le forze ottomane furono sconfitte nella battaglia di "Abi Qir land", e quindi tornò al suo paese. Venne di nuovo in Egitto nel 1801 come parte dell'esercito del capitano Hussein, che venne ad aiutare gli inglesi ad evacuare i francesi dall'Egitto. Così la sua fama e la sua alta stella si diffusero tra gli ottomani e tra gli egiziani in generale. Dopo l'evacuazione della campagna francese, fu promosso al grado di Sargishama (maggiore generale), poi fu nominato per la posizione di capo del comando generale e comandante della guardia di palazzo con il governatore generale. Il 9 luglio 1805, il sultano ottomano accettò la richiesta degli studiosi e nominò Muhammad Ali governatore dell'Egitto e destituì Khurshid Pasha.

3-al-Muizz Li Din Allah

Al-Muizz Li Din Allah affidò al suo capo, "Jawhar al-Siqli", di guidare la campagna che aveva preparato per impadronirsi dell'Egitto e annetterlo allo stato fatimide, che in precedenza era riuscito ad estendere l'influenza dei Fatimidi in tutto il Nord Africa. Quando l'esercito di al-Mu'izz arrivò in Egitto, non trovò alcuna difficoltà nella sua missione ed entrò nella capitale del paese il 17 Shaban, 358 AH / 6 luglio 969 CE, senza alcuna resistenza, e dopo aver dato sicurezza agli egiziani. Fondò l'essenza della città del Cairo nel 969 d.C. e vi stabilì un grande palazzo per lo stabilimento di al-Muizz. Questo palazzo era conosciuto come il "Grande Palazzo Orientale", e la Moschea di Al-Azhar fu anche stabilita per essere una piattaforma per la missione sciita. All'epoca della sua fondazione, il Cairo confinava a nord con il sito di Bab al-Nasr, e a sud con il sito di Bab Zuweila e oltre, e a est con il sito di Bab al-Barqiya e Bab al-Mahrouq, i supervisori del Mokattam, e questa zona è nota ai nostri giorni di studio, ed è confinante a ovest con Bab Saada e ciò che segue fino alla riva del Nilo.

Il nostro team vi aiuterà a viaggiare in Egitto e sperimentare il tempo soleggiato del nostro bel paese durante la Pasqua 2022, grazie alla loro vasta conoscenza del turismo egiziano. Puoi personalizzare il tuo pacchetto selezionando uno dei nostri pacchetti di viaggio in Egitto o sfruttare al massimo il tuo tempo in una breve visita, imparando di più sulla storia egiziana e le sue affascinanti storie e vivendola attraverso tour privati al Cairo. Partecipa a uno dei nostri tour economici in Egitto attraverso il deserto del Sahara, come i tour di Siwa dal Cairo, per esempio, o preferibilmente i tour nel Deserto Bianco d'Egitto. Scoprite i nostri tour di un giorno ad Assuan, fate una gita di un giorno da Assuan ad Abu Simbel, o viaggiate via terra e godetevi i nostri tour di un giorno a Luxor per vedere gli incredibili templi di Karnak, il Tempio di Luxor, il Tempio di Hatshepsut, e vedete le meravigliose tombe splendidamente dipinte nella Valle dei Re, questo è il luogo dove i re e i governanti del nuovo regno riposano in pace e imparate i loro riti di mummificazione e sepoltura.