Tempio di Wadi El Seboua in Nubia | Valle del Tempio dei Leoni ad Assuan



La zona prende il nome dal sentiero degli arieti che portava al tempio di Ramses II, il cui ingresso era preceduto da un sentiero ai lati del quale era decorato a forma di sette accovacciati un gruppo di Grandi Sfingi. Il Tempio di Wadi El Seboua o Tempio della Valle dei Leoni è uno dei tre templi istituiti dal re Ramses II in Nubia.


Tempio di Wadi El Seboua in Nubia 

Il tempio è uno dei templi costruiti durante la storia del Nuovo Regno d'Egitto nella Bassa Nubia in quanto contiene un tempio per il re Ramses II della XIX dinastia. Il tempio fu costruito dal faraone Amenhotep III e Ramses II lo restaurò.

Valle del Tempio dei Leoni ad Assuan

Il tempio è stato salvato e spostato a 4 chilometri a nord dalla sua posizione originale, nel timore che le acque del lago Nasser si sollevassero e che non gli sarebbe accaduto alcun danno.

Nella prima parte del tempio si trova un locale di culto in cui è scavata una roccia di circa 6 metri, e di fronte si trova un edificio in mattoni e un atrio semipinto. È stato costruito per essere un tempio per l'adorazione di Dio Amon. Durante il dominio di Amarna, e Amenhotep III ampliò il tempio aggiungendo alcuni lavori di sviluppo alla struttura.

Intorno al V secolo d.C. il tempio fu convertito in chiesa cristiana. Dove alcuni dei disegni del tempio erano ricoperti da strati di crostacei per nascondere i disegni degli antichi dei egizi. Sfortunatamente, questo strato ha conservato i dipinti originali, in particolare il Sancta Sanctorum nella parte più interna del tempio. Nel cortile esterno, il volto di Amon era coperto a immagine di San Pietro. Quando gli strati furono rimossi, i disegni mostravano Ramsete II che presentava fiori a San Pietro.

È possibile visitare il tempio durante la crociera sul Nilo in Egitto e la crociera sul lago Nasser.