Tempio di beit el-wali Aswan | Monumenti nubiani | Nubia Egitto



Una visita straordinaria ad uno dei bellissimi siti di Assuan, il Tempio di Beit El-Wali, considerato uno dei più famosi monumenti nubiani. Guarda la rappresentazione del grande Ramses II sulla grande parete del tempio.


Tempio di beit el-wali in Nubia 

Il Tempio di Beit el-Wali fu costruito inizialmente da Ramses II e fu realizzato e dipinto, durante il regno di uno dei monarchi più famosi della stessa dinastia, è considerato un tempio prominente da molte strutture che sarebbero state completamente sommerse da l'innalzamento dell'acqua del lago Nasser, se non si fosse svolta una campagna di salvataggio internazionale all'interno della quale la maggior parte dei templi sono stati rimossi dalla loro posizione originale per essere ricostruiti a un livello del suolo più alto, lasciando i loro siti originali ad affondare sotto un lago profondo cento metri.

Storia dell'arte nubiana

Oggi, l'attuale struttura del tempio si trova nel sud di Assuan, ed era principalmente dedicata al dio Amoun e alle sue divinità associate.Il tempio è costituito da tre camere, un ingresso e una sala delle offerte, il nord

e le pareti sud erano abbellite con scene di guerra per lo più commemorative delle vittorie che l'impero egiziano ottenne contro gli Ittiti di Siria in tutto il Nuovo Regno e in particolare durante la battaglia di Kades, e altre scene del faraone che riceveva tutti i tipi di offerte e prigionieri.

Nella sezione centrale si vedeva l'erede al trono in fila con il re, in altorilievi, fronteggiato da prigionieri inginocchiati i cui lineamenti del viso mostrano origini siriane e libiche.

Ovunque nel tempio ci sono più scene raffiguranti il ​​trionfo di Ramesse II sui Nubiani. Le scene delle campagne nubiane mostrano diversi figli di Ramesse II (Il faraone che aveva 200 figli),

Vi è anche un portale centrale, il cui soffitto in roccia è sorretto da due architravi orientati nord-sud, sorretti da due colonne. Alla fine di questa sala nella parete di fondo esiste una nicchia con tre statue che rappresentano Ramesse II tra due divinità.